Tag Archives: pts

Nouveau e CPUFreq: Geforce 9800 supera GTX680

Il recente test di Michael Larabel sul driver AMD open source, fra le due versione del kernel 3.11 e 3.12 (da git), ha reso evidente un miglioramento delle prestazioni del computer. Lo stesso test è stato ripetuto con il driver Nouveau, però in questo caso il guadagno è risultato minimo con le schede denominate Kepler e Fermi. Per quale motivo? Il motivo è che il driver open source non supporta ancora il reclock, ovvero la selezione del livello delle prestazioni della GPU.

I cambiamenti nel codice di CPUFreq (il modulo che governa la frequenza d’esercizio della CPU) hanno giovato alle GPU Radeon, ma non a tutte quelle di marca nVidia. Da tempo c’è la possibilità di fare “re-clocking” delle schede grafiche GeForce: fino alla serie 7 il reclock avveniva in fase di boot e non interessava la velocità della VRAM; a partire dalla serie 8, i modelli M dei portatili avevano la capacità di riaggiustare sia il clock della RAM video sia quello del core della GPU. Questa modifica fu decisa per ridurre i consumi energetici quando la GPU si trovava per lo più in riposo. Il clock era impostato a una velocità intermedia fra il valore massimo e quello minimo d’esercizio. Con le GeForce 200 il clock al boot era impostato a ⅓ della velocità massima della GPU. Con le schede video denominate Fermi (dalla serie 400 alla 600) le prestazioni sono peggiorate perché il clock di default è al 10% della frequenza massima d’esercizio e non c’è ancora modo di fare reclock usando il driver Nouveau. Per questo motivo nel test di Michael la scheda 9800GTX ha superato una GeForce GTX680.

PTS: Nouveau bench con Xonotic
PTS: Nouveau bench con Xonotic

Come collaudare la macchina. Phoronix Test Suite Feet e Hardinfo

Benchamark, Test, Profiler, sono parole chiavi che usiamo con una certa frequenza per riferirci alle analisi qualitative e quantitative effettuate sulle componenti dei nostri computer. Forse, dopo l’acquisto o il montaggio pezzo per pezzo di un PC, la prima cosa che desideriamo è conoscere i pregi e i difetti del sistema quando esso viene sottoposto a intense elaborazioni, in poche parole vogliamo scoprirne il rendimento. Questi carichi di lavoro hanno diversa natura, a volte vengono fatti con funzioni matematiche complesse, altre con applicazioni grafiche (demo) o videogiochi che sollecitano maggiormente i vari dispositivi installati: CPU, disco rigido, memoria, scheda grafica, scheda audio, scheda di rete. L’argomento è di vitale importanza per un giocatore ben informato.

Mentre gli utenti dei sistemi Windows hanno un’idea precisa su quale software adoperare – faccio un esempio: 3DMark, divenuto molto popolare con gli anni – per compiere queste analisi sull’hardware, al contrario gli utenti Linux sono un po’ disorientati perché trovano tanti piccoli software specializzati, spesso datati. Non c’è insomma uno strumento preciso e indiscusso sul quale fare affidamento nelle prove.

Phoronix Test Suite (PTS)

Phoronix è un sito web che dal 2004 tratta di tecnologia informatica, soprattutto effettua analisi e comparazioni di prodotti hardware e software per Linux. Phoronix si può considerare un giornale autorevole in questo campo. I loro articoli hanno ricevuto riconoscimenti da molte parti: CNET, Slashdot soltanto per citare alcuni portali famosi. Io accolgo volentieri la loro ultima iniziativa editoriale, ossia creare una guida destinata all’utente a casa per interpretare i risultati dei test, nonché una raccolta di programmi che automatizzi il processo di benchmarking. Phoronix Test Suite (sito ufficiale in preparazione) fornirà sia la documentazione, sia i programmi da eseguire in una interfaccia grafica GTK. I risultati saranno poi archiviati in file XML e XSL per essere facilmente esportati ad altri formati, trasformati in istogrammi (si veda Phx Grapher Utility, detto anche pts-grapher) da incapsulare direttamente nelle pagine web oppure semplicemente visualizzati dal viewer creato “ad hoc“. Quando gli utenti ripeteranno i benchmark con i propri sistemi e pubblicherano i dati online, indirettamente invoglieranno i produttori degli oggetti hardware più disparati a ottimizzare i driver e il supporto in generale per Linux. Per raggiungere tale scopo, è fondamentale però rispettare uno standard o utilizzare almeno lo stesso insieme di programmi, pertanto mi adeguerò in futuro alle direttive di Phoronix.

Hardinfo

Hardinfo: la finestra principale
Hardinfo: la finestra principale

Questo programma sicuramente non va sottovalutato. Può raccogliere informazioni dal tuo sistema a livello hardware e software, effettuare benchmarks e salvare i risultati in formato html o testo, persino inviarli al database centrale di Hardinfo (synchronizing) e scaricare quelli degli altri utenti per rendere la comparazione piu’ precisa. Permette di integrare facilmente altri benchmarks o applicazioni come moduli, rendendo le possibilità di espansione praticamente infinite o limitate solo dalla nostra immaginazione; un programma bomba! Potrebbe essere questa in futuro la GUI definitiva per Phoronix Test Suite dato che Michael Larabel, a capo di Phoronix, si è dichiarato recentemente interessato. Le pagine html che seguono sono state prodotte proprio con Hardinfo, l’ho eseguito sul portatile che attualmente uso per giocare: il mio Asus A6Tc.