Category Archives: nVidia

Ageia, Nvidia e UT3. Il giallo continua

NVidia viene considerata dai giocatori la marca migliore di schede video per un sistema basato su Linux. Questa opinione è maturata nel corso degli anni, dai tempi in cui “guerreggiava” con 3Dfx Interactive (poi acquisita); siccome la concorrenza faceva veramente poco per accontentare gli utenti di Linux (sempre piu’ numerosi) che manifestavano interesse per i giochi, nVidia restava incontrastato leader di un mercato di nicchia che comprendeva gaming, video editing e applicazioni 3D in generale, pur fornendo il minimo supporto e driver appena decenti.

Ageia Physx Card
Ageia Physx Card

Infatti oggi si peccherebbe di presunzione dicendo che l’hardware prodotto da nVidia funziona meravigliosamente bene. Per esempio, la tecnologia SLI non sembra produrre buoni risultati, almeno quando il confronto delle prestazioni viene effettuato fra Linux e Windows (si veda NVIDIA SLI: Linux vs. Windows); non è possibile catturare il video da fonti esterne (con i modelli predisposti VIVO e salvo ricorrere a programmi sviluppati da terze parti); manca la tecnologia PureVideo per la decodifica del segnale H.264 (si veda Wikipedia : PureVideo e PureVideo Support on Linux); la scheda GeForce 8800 è poco efficiente in ambito 2D rispetto ai modelli inferiori (si legga This was may be my last NVIDIA hardware).
Ma ci sono anche aspetti positivi da non trascurare: su Linux può “girare” il software CUDA, si tratta di un compilatore C specifico per le GPU GeForce 8; c’è il supporto a Tesla, una innovativa GPU per il calcolo scientifico. E proprio l’acquisizione di Ageia, inventore di PhysX, da parte di nVidia (procedura completatasi mercoledì scorso) potrebbe aprire nuovi orizzonti nel campo dell’high performance computing (HPC). Da questa vicenda è facile trarre delle conclusioni interessanti per chi usa Linux: il processo che incorporerà PhysX in CUDA sarà forse seguito dallo sviluppo del driver per PhysX, la scheda accellerata per i calcoli di fisica; in mancanza di ciò, si potrà sfruttare la GPU tramite CUDA per eseguire applicazioni basate su PhysX.
Ci sono piu’ di cento videogiochi ritenuti PhysX powered per Windows. Per i Linux gamers va invece piuttosto male: avrebbero solo Unreal Tournament 3, ma chissà quando il porting sarà completato, chissà se impiegherà PhysX per la fisica nel gioco!

Fonti (in lingua inglese):

  1. PhysX For CUDA, Linux Support A Given?
  2. GeForce 8 graphics processors to gain PhysX support

Colpo di nVidia: acquisisce Ageia

Per una questione “legale” con Ageia, Ryan Gordon non ha potuto portare Unreal Tournament 3 a Linux; ebbene questa impasse brobabilmente si sbloccherà, perché giusto ieri nVidia ha annunciato l’acquisizione proprio di Ageia, azienda che progetta harware (PPU) e software (PhysX) specializzato per l’accelerazione dei calcoli di fisica nei videogiochi.
L’obiettivo per entrambe le società è davvero ambizioso e forse i giocatori beneficeranno molto da questa unione, dato che i modelli futuri di GPU GeForce, definite GeForce®-accelerated PhysX, incorporeranno una tecnologia in grado di portare nei giochi effetti ultra realistici; come complemento a CUDA naturalmente, NVidia fornirebbe così una propria soluzione per migliorare il calcolo fisico su PC e Playstation 3 nel mercato dei videogames o in campo scientifico, grazie anche alla programmazione parallela, nella computer vision, il video editing in tempo reale, ecc.

Ageia Physx card
Ageia Physx card

Quake Wars 1.2 R5, nVidia GeForce 7300 Go e Linux From Scratch 6.3. Nuovo bench

Propongo in questo articolo i risultati del benchmark effettuato tra ieri e oggi sul mio portatile con il driver beta 169.04 per schede nVidia e il gioco Quake Wars.

Non posso dire con assoluta certezza se questa versione incrementa le prestazioni di Quake Wars, perché i dati relativi al timeNetdemo che ho in mano non superano nettamente quelli rilevati all’inizio di novembre. C’è stato un progresso, ecco.
Il problema di stabilità riscontrato con il driver Nvidia della serie 100.XX durante l’ultimo test con LFS 6.3 non si è più ripresentato, per esempio. Non potendo usare il driver 1.0-9755 a causa del kernel installato, a questo punto il “169.04″ è, fra tutti quelli disponibili, il driver che devo preferire per giocare. Tra l’altro è stata aggiunta, nel pannello di controllo della scheda video, una interfaccia alla tecnologia PowerMizer per monitorare lo stato della GPU (vedasi immagine a lato). PowerMizer è una peculiarità delle GeForce per mobile computing (Go 7300, 8600M). Essa gestisce efficientemente la potenza richiesta dalla GPU nei vari task. Ma nemmeno passando da Quake Wars 1.2-11401 a 1.2-11663 con la release 5 (R5) del client di gioco, il frame rate medio è migliorato. E’ proprio giunto il momento di esaminare un sistema hardware alternativo.
Anche stavolta ho considerato per la prova tre livelli di dettaglio, corrispondenti alle denominazioni: “low quality”, “medium quality”, “high quality”; essi si determinano opportunamente variando i parametri principali della grafica, nella scheda delle impostazioni video del gioco. Ho usato la mappa Salvage, registrata tempo fa durante una partita online, per il timeNetDemo.

Sta Quake Wars sfruttando pienamente le capacità multithreading della CPU Dual Core montata sul portatile A6Tc? Probabilmente no. La variabile r_useThreadedRenderer ha internamente valore 0 ed è impossibile cambiarlo. A proposito di questo, spero di raccogliere maggiori informazioni per il prossimo articolo sul tweaking.
Alla risoluzione di 1280×1024 pixels e dettagli minimi ho rilevato 24.1 FPS. Qui mi fermo, perché nemmenno con i dettagli alti a 800×600 ho potuto far girare il timeNetDemo, purtroppo.